Comunicato stampa

Successo di adesioni per l’appello
“Verso un biodistretto alpino.
Per un Trentino-Alto Adige/Suedtirol libero da pesticidi”

Un impegno che non si ferma con la fine della campagna elettorale,
ma prosegue -sempre in chiave regionale- con un calendario di appuntamenti nei prossimi mesi

Trento, 18 ottobre 2018 – Oltre 1.300 firme di cittadini, 60 candidate e candidati provenienti da 7 liste, 19 promotori.

Questi i numeri lusinghieri che l’appello “Verso un biodistretto alpino. Per un Trentino-Alto Adige/Suedtirol libero da pesticidi” ha coagulato fino ad oggi, a meno di tre settimane da quando è stato lanciato a inizio ottobre da un gruppo variegato di ben diciannove associazioni espressione di diverse provenienze e sensibilità: contadini, gruppi di acquisto solidale, movimenti di cittadinanza attiva, ambientalisti, medici.

L’appello proponeva a candidate e candidati alle ormai imminenti elezioni provinciali di impegnarsi -qualora elette/i- a sostenere in tutte le sedi politiche ed istituzionali l’avvio di un percorso partecipato per la progressiva eliminazione dell’uso dei pesticidi di sintesi in agricoltura e l’istituzione di un biodistretto sull’intero territorio della regione.

Un appello “per” e non “contro” qualcosa o qualcuno, nella consapevolezza che sfide così complesse non si affontano assegnando patenti di «buoni» e «cattivi», ma possono essere vinte solo lavorando insieme, assumendosi ciascuno la propria responsabilità, come produttori, consumatori, associazioni ed istituzioni, in un patto virtuoso fra tutti gli attori della nostra comunità.

Un appello che guarda un orizzonte regionale ed oltre: abbiamo assistito a campagne elettorali nelle due province perfettamente impermeabili, come se nulla ci unisse se non la mera coincidenza di data delle elezioni. Abbiamo lanciato un appello “Per un Trentino-Alto Adige/Suedtirol libero da pesticidi” perché crediamo invece di condividere con gli abitanti della provincia di Bolzano/Bozen un ambiente e quindi un destino strettamente incrociato. Non a caso fra i diciannove promotori dell’appello vi sono anche associazioni altoatesine-sudtirolesi (Initiavigruppe della Bassa Atesina, WWF Alto Adige, Legambiente Bolzano, Slow Food Trentino Alto Adige). Nell’appello abbiamo inoltre richiamato le esperienze dei movimenti della società civile che nei limitrofi territori del Veneto e Svizzera stanno promuovendo -già con alcuni risultati concreti- l’abolizione dei pesticidi sintetici.

Un appello che non si esaurisce con la fine della campagna elettorale, ma che prosegue con un ciclo di appuntamenti nei prossimi mesi: dopo la fiaccolata lungo le vie del centro di Bolzano del 5 ottobre e la presentazione a Trento il 12 ottobre in un’affollata sala a Cognola, sono già in cantiere una serie di eventi che culmineranno a primavera nella «marcia no pesticidi» che si terrà nello stesso giorno in Alto Adige/Sudtirol, Trentino e Veneto. Aggiornamenti puntuali su questo percorso saranno pubblicati sito web dedicato biodistrettoalpino.eu e sui canali social.

Un appello ancora aperto: è tuttora possibile firmare l’adesione all’appello, sia come cittadini che come candidate e candidati, semplicemente collegandosi al sito web dedicato: biodistrettoalpino.eu.

Sullo stesso sito è possibile consultare il testo integrale dell’appello nonché la lista man mano aggiornata di candidate e candidati che hanno sottoscritto e il cui elenco attuale riportiamo qui in calce.

L’appello è il frutto di uno sforzo congiunto fra diciannove soggetti promotori:

  • Agricultura Trentino – gruppo di cittadinanza attiva
  • BioTre – gruppo di acquisto solidale,
  • Comitato per la Pace e i Diritti Umani di Rovereto – comitato di Associazioni
  • Comitato per il Diritto alla Salute (CDS) Val di Non – gruppo di cittadinanza attiva
  • Donne in Campo-Cia – associazione imprenditoriale
  • GasB – gruppo di acquisto solidale Biodinamico
  • Gas Gazer – gruppo di acquisto solidale
  • GaSud Rovereto – gruppo di Acquisto Solidale
  • Initiativgruppe Unterland – associazione ambientalista
  • ISDE Trentino – associazione Medici per l’ambiente
  • Lato T dalla parte della Terra – associazione produttori e consumatoria
  • Legambiente Trento – associazione ambientalista
  • Legambiente Alto Adige-Bolzano/Umweltbund Suedtirol-Bozen – associazione ambientalista
  • L’Ortazzo – gruppo di Acquisto Solidale
  • Slow Food Trentino Alto Adige -associazione culturale
  • Trentino Arcobaleno – associazione culturale
  • Trento Consumo Consapevole -associazione Gruppi di Acquisto Solidale
  • WWF Bolzano – Bozen – associazione ambientalista
  • WWF Trentino – associazione ambientalista

I nostri contatti:

Lista aggiornata delle candidate/i che hanno sottoscritto l’appello